29/12/2016 0.00.12

L'orizzonte della vita è Cristo

Nella stalla di Betlemme il Verbo si è fatto carne. In questa stalla si offre a noi come nutrimento. Il Salvatore sa bene che restiamo esseri umani e lottiamo ogni giorno con le umane debolezze. Viene incontro a noi in modo divino. «Come il corpo carnale ha bisogno del pane quotidiano, allo stesso modo anche il corpo divino in noi abbisogna di nutrirsi incessantemente» (Teresa Benedetta della Croce, La vita come totalità, Città Nuova, Roma 1994, 206-208). Riconoscere nell’Eucaristia il pane disceso dal cielo come il pane quotidiano è scoprire finalmente che accogliere questo mistero nella nostra vita significa fare ogni giorno Natale: compiere in noi l’incarnazione del Verbo.

Leonardo Catalano

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0146s.