29/12/2016 16.15.57

Solite tensioni in Consiglio anche a fine anno

Per il Consiglio comunale di Lucera il 2016 si è chiuso come è stato trascorso tutto il resto dell'anno, anzi dell’intero mandato amministrativo: eccessiva contrapposizione tra i due schieramenti, con battibecchi e tensione continua, specie tra Giuseppe Bizzarri e il sindaco Antonio Tutolo. 
L'ultima seduta è stata celebrata stamattina in seconda convocazione, visto che la prima di ieri era andata deserta per mancanza del numero legale.
In questa occasione l'innesco alla discussione è stato l'aggiornamento del Documento Unico Programmatico, altri argomenti nel passato sono serviti per ricreare sempre la solita situazione. 
“Avete fatto un elenco di opere per il 2017 che rappresenta un libro dei sogni - ha dichiarato l'esponente della minoranza - e indicato degli adempimenti attuati ma di cui non c'è traccia. Avete fatto il nulla in tema di servizi sociali e turismo, anche perché a questa Amministrazione manca una visione strategica”.
Tutolo ha risposto a stretto giro: “Il lavoro fatto finora è enorme, sebbene oscuro e poco gratificante. Per un Comune tecnicamente fallito parlare di programmazione è già tanto. Noi possiamo affermare di essere l'Amministrazione che prenderà più finanziamenti pubblici di tutti. Finora siamo riusciti a intercettare 7 milioni con i bandi chiusi, per cui con i prossimi che si riapriranno ci candideremo con diversi progetti. Alla fine del mandato tireremo le somme, e molte opere annunciate saranno portate a termine con fondi pubblici”.
Rispettive dichiarazioni che sono state solo l'inizio della solita tiritera di rinfacci e dietrologie, analisi del presente e racconti del passato, con Tutolo che punta il dito contro i governi precedenti e Bizzarri che prende le distanze oppure opera dei distinguo.
“La differenza tra questa Amministrazione e quelle passate è enorme, sotto tutti i punti di vista”, ha affermato il sindaco con tono solenne, ovviamente al termine dell'ennesimo diverbio su questioni che riguardano l'intera collettività e rivendicando una supremazia in realtà ancora tutta da dimostrare.
Comunque sia, il cosiddetto “Dup” è stato aggiornato con i soli voti della maggioranza, così come i sette riconoscimenti dei debiti fuori bilancio in programma. Ritirata la transazione con la ditta che ha lavorato alla biblioteca di San Pasquale, mentre è stato approvato all’unanimità un ordine del giorno presentato dalla maggioranza con l’intenzione di rafforzare il parere negativo già dichiarato dal Comune sulla realizzazione di un impianto di trattamento rifiuti al confine del territorio con Pietramontecorvino.

Riccardo Zingaro

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0166s.