04/01/2017 1.00.00

Vivere Gesù

Gli risposero: «Rabbì – che, tradotto, significa maestro, dove dimori?». Disse loro: «Venite e vedrete». Andarono dunque e videro dove egli dimorava e quel giorno rimasero con lui.

La chiamata dei primi discepoli descritta in questo Vangelo ci fa capire  una cosa importante: all'inizio si é attratti dalla chiamata ma poi quello che rende salda e concreta la nostra Fede in Cristo é il  *Venite e vedrete*: L'esperienza  concreta di vedere Cristo. Non più  l'esperienza di un profeta, di un catechista che ci parla di Gesù, ma vivere  Gesú, fare una esperienza  forte  di Gesù nella nostra  vita! È fondamentale avere un "memoriale" di Cristo nella propria vita, un fatto concreto dove tu affermi: "qui Cristo é intervenuto". Non si diventa cristiani e discepoli solo per sentito dire. L'Annuncio é il primo e pur fondamentale passo della Fede ma deve seguire la nostra esperienza personale.
Questa esperienza concreta di Cristo ci fa diventare "adulti nella Fede".
Purtroppo mi rendo conto che molti presunti  discepoli,  a volte  sono anche guide, hanno studiato tanto, sentito parlare molto di Gesú ma poi...non hanno una esperienza di vita concreta di Gesù.
Che succede in questi casi?
Che alla prima grande difficoltà scappano o reagiscono come uomini del mondo e non come uomini  di Dio. Chi ha orecchi per intendere...
 

Michele Cuttano 

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.