03/04/2017 1.41.09

Gesù ci attira

Maestro, questa donna è stata sorpresa in flagrante adultèrio. Ora Mosè, nella Legge, ci ha comandato di lapidare donne come questa. Tu che ne dici?

La colpa di questa donna era certa ed era così disdicevole che la pena inflitta non doveva permettere che ci fosse contatto fisico fra esecutori della condanna e condannata: questo era il motivo della lapidazione! Sapete, in ognuno di noi è presente il fariseo pronto a condannare uno dei tanti prossimi che incontriamo nella vita. In questo brano del Vangelo avvengono 2 fatti prodigiosi...il primo è evidente ed è il perdono della peccatrice: Neanch'io ti condanno; va' e d'ora in poi non peccare più

 Il secondo ci coinvolge tutti. Gesù ci fa fare un esodo...ci fa passare dagli uomini che condannano agli uomini bisognosi del perdono di Dio! Chi di voi è senza peccato, getti per primo la pietra contro di lei». E, chinatosi di nuovo, scriveva per terra. Quelli, udito ciò, se ne andarono uno per uno, cominciando dai più anziani

Gesù salva la peccatrice ma apre la strada della salvezza anche per tutti coloro che nella vita fanno sempre giudizi sul prossimo! Ti va di fare questo passaggio?

Michele Cuttano

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.