08/04/2017 0.00.12

Peccato e conversione/8

Chi l’ha detto che non bisogna mai rimproverare? Certo non bisogna esagerare. Chi l’ha detto che bisogna sempre dire di sì? Ci sono i no che aiutano a crescere. Chi l’ha detto che bisogna essere sempre buoni? Bisogna sempre essere buoni ma mai degenerare in debolezza. Questo diceva la piccola Teresa: «Non bisogna che bontà degeneri in debolezza. Quando si è rimproverato con giustizia bisogna fermarsi lì, senza lasciarsi commuovere al punto di tormentarsi d’aver causato dolore di veder soffrire e piangere. Correre dietro all’afflitta per consolarla è farle più male che bene. Lasciarla a se stessa vuol dire costringerla a ricorrere al buon Dio per vedere i suoi torti e umiliarsi. Altrimenti, se venisse abituata a ricevere consolazione dopo un meritato rimprovero, ella si comporterebbe sempre, nelle stesse circostanze, come una bambina viziata, che batte i piedi e strilla finché la mamma non viene ad asciugare le sue lacrime» (Teresa di Gesù Bambino, Ultimi colloqui, in Opere complete, Libreria Editrice Vaticana - Edizioni OCD, Roma 2009, 6 aprile (2), 18 aprile (3-4), 22 giugno, 5 luglio (1)). Non tutti i mali vengono per nuocere. Ricorriamo al buon Dio per vedere i nostri torti personali e umiliamoci davanti a Lui.

Leonardo Catalano

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0469s.