10/05/2017 1.35.14

Unità

Chi crede in me, non crede in me ma in colui che mi ha mandato; chi vede me, vede colui che mi ha mandato

Gesù parla di Se stesso e guardate come la Sua esistenza è totalmente orientata verso Dio Padre. È una comunione totale che deve condurre, chi crede in Cristo, a vivere nella Unità. Nella Chiesa è fondamentale l'unitá e chiunque non la vive non viene da Dio e non va verso Dio! È un grave peccato creare discomunione all'interno della Chiesa. Non mi riferisco solo alla discomunione generata dai pseudo cristiani nostalgici, quelli che rifiutano la Chiesa di Papa Francesco che accoglie l'uomo e prediligono la chiesa che inquisisce, condanna e butta fuori ...     ma penso anche a quelle piccole divisioni che si generano nelle parrocchie a causa delle maldicenze, delle raccomandazioni, delle divisioni fra i vari gruppi. Ogni divisione fra i cristiani è una controtestimonianza che non fa splendere la Chiesa nel mondo come segno dell'Unità fra Cristo e il Padre e lo Spirito Santo. Chi guida una parrocchia sa che è sempre grande la tentazione di circondarsi dei  parrocchiani fedelissimi che creano quasi un cordone invalicabile per tutti gli altri cristiani...che assumono tutti i ruoli in parrocchia...  E sono catechisti e guidano i gruppi e fanno le pastorali con i genitori e con i giovani e con i bimbi e con gli anziani...insomma sono soffocanti per la crescita e il manifestarsi di carismi negli altri cristiani. Queste situazioni danno una parvenza di parrocchia efficiente ma creano divisioni e non permettono la conversione della parrocchia. Chi ha orecchi per intendere, intenda!

Michele Cuttano

 

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.