03/07/2017 1.17.08

Credere

Poi disse a Tommaso: «Metti qui il tuo dito e guarda le mie mani; tendi la tua mano e mettila nel mio fianco; e non essere incredulo, ma credente!
Abbiamo sempre affibbiato al povero Tommaso la qualifica di incredulo... Sapete che penso? Che Gesù è stato ben contento di aver incontrato Tommaso! Perchè? Semplice, perché in Tommaso ha incontrato tutti noi... Se non vedo nelle sue mani il segno dei chiodi e non metto il mio dito nel segno dei chiodi e non metto la mia mano nel suo fianco, io non credo.
Bè, diciamo la verità, ci sono giornate in cui queste parole di Tommaso appartengono ai nostri cuori. Ogni volta che non vediamo nel nostro prossimo il Volto di Gesù...siamo increduli; ogni volta che di fronte ad una situazione difficile ci disperiamo...siamo increduli; ogni volta che... mettici le tue incredulità! E Gesù arriva, sì Lui viene ad incontrarci per farci passare da una fede piena di dubbi a...
beati quelli che non hanno visto e hanno creduto!

Michele Cuttano

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.