14/07/2017 8.50.49

Occhio ai furbi della questua

Mentre si attende ancora di conoscere quale sarà l’opera di carità destinataria del 10% delle offerte per la festa patronale di Lucera, dalla delegazione vescovile arrivano i primi annunci per quanto riguarda la raccolta fondi che avrebbe già superato i tremila euro nei primi dieci giorni di attività.
Il risultato viene ritenuto soddisfacente, ma ancora insufficiente per assicurare quanto promesso il mese scorso nell’accordo scaturito con il Comune di Lucera che si occuperà di offrire almeno un paio di spettacoli musicali serali, presumibilmente il 15 e 16 agosto prossimi. 
Per il resto, e cioè banda, luminarie, fuochi e trono di Santa Maria, sarà onere della curia, attraverso le donazioni di fedeli che possono essere fatte in quattro modalità diverse.
Quella con il porta a porta quest’anno è stata sostanzialmente tralasciata per ragioni di tempo, ma pare ci sia chi si stia occupando di svolgerla abusivamente, raccogliendo denaro spacciandosi per incaricato diocesano.

Immaginetta e ricevute della questua

“Sono state autorizzate solo poche persone – hanno fatto sapere da Piazza Duomo - munite di tesserino di riconoscimento rilasciato e firmato dalla delegazione. I volontari rilasciano l’immaginetta di Santa Maria Patrona e regolare ricevuta di versamento, a sua volta munita di numero di matricola della cedola, del logo della Diocesi e su di essa vi è apposto il timbro della delegazione relativo alle feste patronali 2017. Chiediamo quindi di fare attenzione a chi, in maniera non corretta, chiede offerte per la realizzazione della festa o dei fuochi e che rilasciano ricevute ‘anonime’: non sono autorizzati. Invitiamo a segnalare alle forze dell’ordine tali abusi, fonte di raggiri ai fini di guadagni personali che nulla hanno a che vedere con i prossimi festeggiamenti”.

Intanto, mancherebbe solo la firma sul contratto per il concerto del 16 agosto per il quale l'Amministrazione comunale ha contattato la Premiata Forneria Marconi, famosa band di rock progressivo che ha quasi 50 anni di attività alle spalle, sia in Italia che all'estero. Lo spettacolo dovrebbe essere quello di chiusura dei festeggiamenti, e seguirà quello del 15. Nell'occasione Eugenio Bennato, invece, è stato incaricato da Ferrovie del Gargano, azienda che sta 'donando' un appuntamento per ogni città nel quale viaggiano i propri treni. 

r.z.

Aggiornamento 15 luglio, ore 10 - La delegazione fa sapere che fino a ieri sono stati raccolti 7.700 euro, quasi equamente distribuiti tra offerte dei fedeli e contributi di aziende del territorio.
 

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.