02/08/2017 1.07.36

Il Vero Vanto del Cristiano

Pertanto chi si vanta, si vanti nel Signore (Ger 9, 23); perché non colui che si raccomanda da sé viene approvato, ma colui che il Signore raccomanda.
Uè, questo lo dice San Paolo, non uno qualunque!
Poteva ben vantarsi San Paolo del suo zelo e della sua vita veramente fedele a  Cristo, eppure lui non si vantava ma glorificava Dio per quanto viveva. È un insegnamento molto profondo che vale per la Chiesa dei giorni nostri, per i singoli sacerdoti e per ogni cristiano. Tutto il bene che facciamo viene da Dio, non siamo noi a creare, ma Dio certamente si serve di noi. San Paolo, ogni cristiano dovrebbe aver chiaro questo concetto, sapeva che portava un Tesoro in vasi di creta. Noi siamo i vasi di creta, fragili, che facilmente si rompono e possono far disperdere il Tesoro che è in noi! Se agisce l'uomo vengono fuori tutte le miserie umane, teniamolo sempre a mente...
Per cui atteggiamenti da prima donna, da attore ricercato dai fans parrocchiali, non vengono da Dio. Al vero ministro di Dio danno proprio fastidio atteggiamenti di lecchinaggio e di servilismo! Il vero servo fa di tutto per non ingenerare questi fastidiosi e inopportuni modi di rapportarsi. Il ruolo del pastore, del catechista, del cristiano è sempre indicare e portare a Gesù coloro che incontra sulla strada della vita. Ecco, dobbiamo farci piccoli come...Maria!
Ricordate quale fu la prima azione di Maria dopo aver saputo che portava in grembo il Figlio di Dio? Si mise in cammino in una regione montuosa e andò a servire Elisabetta...
Servire...non fare i signorotti!

Michele Cuttano

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.