15/08/2017 0.00.12

Il tocco delicato del Verbo/2

Il Signore tocca le sue creature con il tocco della Misericordia, con la tenera vita di Gesù, Verbo incarnato. Il suo tocco è guarigione, liberazione, vita nuova, buona notizia, speranza verace. «Mi feristi per risanarmi, o mano divina, e uccidesti in me ciò che mi faceva morto e senza la vita di Dio, in cui ora sento il vivere. Facesti ciò con la liberalità della tua immensa grazia che usasti con me nel tocco con cui mi hai raggiunta “con lo splendore della tua gloria e l’immagine della tua sostanza” (Eb 1,3) che è l’Unigenito tuo Figlio nel quale, essendo Egli la tua sostanza, “tocchi con forza da un’estremità all’altra” (Sap 8,1). Questo tuo unigenito Figlio, o mano misericordiosa del Padre, è il tocco delicato con cui tu mi hai piagato per mezzo della forza del tuo cauterio» (Giovanni della Croce, Fiamma viva d’amore, in Opere, Edizioni OCD, Roma 2012, B, 2,16-18).

Maria gode dei tocchi d’amore della Trinità e conduce tutti i suoi figli alla felicità autentica.

Leonardo Catalano

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.