02/09/2017 1.15.35

Gioia di far fruttare

Avverrà come a un uomo che, partendo per un viaggio, chiamò i suoi servi e consegnò loro i suoi beni.
Questa meravigliosa parabola dei talenti ci dice con chiarezza che tutti abbiamo ricevuto da Dio dei doni e che questi doni dobbiamo metterli a frutto! Indubbiamente il primo dono più importante ricevuto è la vita!
Poi penso anche a quelle qualità spirituali che ognuno di noi ha ricevuto per la propria crescita personale e per quella del prossimo. Sapete penso ad un talento particolare che spesso scarseggia nei luoghi che frequento...: La gioia di veder crescere nel prossimo i talenti da lui ricevuti! Già, come sono tristi e intrise di invidia spirituale le nostre mura parrocchiali! Quanti ostacoli vengono posti alla crescita delle persone che collaborano con noi. Nella mia vita spirituale ho trovato solo due uomini di Dio che mi hanno fatto crescere con gioia e serenità permettendomi di mettere a frutto i doni ricevuti da Dio! Eppure non avete idea che gioia procura nell'animo incoraggiare un cristiano o una coppia di sposi a prendere consapevolezza dei carismi che Dio ha donato. Se sei dalla parte di Dio sappi che devi aiutare i tuoi prossimi a mettere a frutto i talenti ricevuti, se non lo fai sei il classico  kapò di parrocchia che sotto il vestito di cristiano... non porti il Cuore di Gesù!

Michele Cuttano

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.