09/09/2017 1.08.11

Non mollare

Fratelli, un tempo anche voi eravate stranieri e nemici, con la mente intenta alle opere cattive.
San Paolo ai Colossesi e ai cristiani di oggi ci ricorda che prima dell'Incontro con Cristo la nostra vita era lontana, immersa nelle cose del mondo, alla ricerca delle realtà corruttibili. Il Signore ci ha tratto da questo mare, pescati da un qualcuno che ci amati veramente e che ci ha annunciato qualcosa di meraviglioso: DIO TI AMA!
Da quel momento la nostra vita è cambiata(spero!). Una nuova meta di vita è entrata nei nostri cuori. Certo le tante cadute quotidiane ci accompagnano nel nostro nuovo cammino. E da ogni caduta siamo chiamati dalla voce interiore dello Spirito Santo a rialzarci e a riprendere il cammino. Sempre nuovi ostacoli in questo cammino di vita, sempre un confrontarci con la nostra miseria ma sempre sempre sempre lo sperimentare la Potenza di Gesù in noi che ci libera dai legacci con il peccato. Però, attenzione *purché restiate fondati e fermi nella fede, irremovibili nella speranza del Vangelo che avete ascoltato*
San Paolo ci mette in guardia dalla grande tentazione del "mollare" il cammino con Gesù. Sì, è vero ci sono stsgioni in cui ti senti isolato, abbandonato, con il male intorno a te dove non dovrebbe esserci  ed è grande la tentazione di cambiare strada e di ritornare a rincorrere le cose del mondo. Non lasciarti ingannare, sappi che questa è la più grande tentazione con cui combatterai per tutto il cammino della vita. Sii fedele a Gesù.

Michele Cuttano

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.