08/09/2017 16.10.11

Accordo Regione-Scuola sui vaccini

A meno di due giorni dalla scadenza dei termini e a tre dall’inizio delle lezioni, la Regione Puglia fa sapere di aver sottoscritto oggi con Anci e Ufficio scolastico regionale un accordo che semplifica gli adempimenti amministrativi relativi all’attuazione della legge sui vaccini.
L’iniziativa viene motivata con la necessità di “andare incontro alle esigenze delle famiglie e delle scuole”, soprattutto per gli alunni della scuola primaria e secondaria per i quali i termini scadono il 31 ottobre.
Comunque sia, con questa intesa le scuole potranno trasmettere direttamente alle Asl, territorialmente competenti, gli elenchi dei bambini iscritti. Le Asl, ricevuti gli elenchi, procederanno alla singola verifica della situazione vaccinale attraverso le proprie anagrafi vaccinali e successivamente contatteranno le famiglie che risulteranno non in regola.  
Non sarà necessario dunque che le scuole segnalino alle ASL la posizione di ciascun alunno, poiché la verifica degli obblighi vaccinali potrà essere effettuata direttamente dagli uffici preposti incrociando i dati relativi agli alunni iscritti con i dati presenti nell’anagrafe vaccinale regionale informatizzata.
I minori (0/17 anni) in Puglia sono circa 680.000 (679.848), di cui all’incirca 600 mila iscritti nei 664 istituti scolastici. 
Sulla trasmissione degli elenchi si è già espresso positivamente il garante della Privacy sul parere richiesto dalla Regione Toscana. 
Questa novità si aggiunta a quella delle farmacie che in pochissimi giorni ha dato la possibilità a più di 40 mila famiglie di acquisire le attestazioni di regolarità vaccinale. 

f.g.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.