10/09/2017 19.31.02

Daniele e Paolo, prima unione civile a Lucera

A distanza di oltre un anno dall’entrata in vigore della legge, a Lucera è stata ufficialmente registrata la prima unione civile tra persone dello stesso sesso. Daniele e Paolo, 54 anni visagista il primo e 33 anni tecnico informatico il secondo, sabato mattina hanno formalizzato il loro amore con una breve cerimonia presieduta dal sindaco Antonio Tutolo al Museo civico “Fiorelli”, circondati da amici e parenti in un clima di evidente “protezione” dei due coniugi che non hanno voluto essere ripresi o rivelare altri particolari della loro storia che andrebbe avanti da un paio d’anni.
Entrambi foggiani, residenti nel capoluogo dove continueranno ad abitare, Daniele e Paolo hanno scelto di unirsi a Lucera per la suggestiva location del salotto Cavalli, oltre a una comune amicizia lucerina che avrebbe riferito della disponibilità dell’Amministrazione comunale a ospitare un evento a suo modo storico. 
L'unione civile è il termine con cui nell'ordinamento italiano si indica l'istituto giuridico di diritto pubblico, analogo al matrimonio, comportante il riconoscimento della coppia formata da persone dello stesso sesso, con diritti e doveri reciproci. Esso estende alle coppie omosessuali la quasi totalità dei diritti e dei doveri previsti per il matrimonio, incidendo sullo stato civile della persona. E’ comunque un legame diverso dal matrimonio fra eterosessuali, anche se presenta molti punti in comune. La legge applica le disposizioni che si riferiscono al matrimonio, compreso l’utilizzo delle parole “coniuge”. 
Le maggiori differenze sono nell’esclusione di alcuni obblighi come la fedeltà, acquisire il cognome del partner, fare le “pubblicazioni”. Viene contemplata comunque la possibilità di sciogliere l’unione nel caso che non venga “consumata” e l’attesa di un periodo di separazione prima di sciogliere l’unione si limita a tre mesi. 

r.z.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.