29/09/2017 17.14.18

A Castelnuovo si coltiva(va) cannabis

Erano un paio di centinaia gli arbusti di cannabis scoperti a Castelnuovo della Daunia dai carabinieri di Lucera e dal Gruppo forestale di Foggia, al termine di un’operazione congiunta con numerosi servizi di appostamento e osservazione svolti dai militari delle stazioni di Castelnuovo, Casalnuovo e dai forestali di Pietra. 
Il terreno adibito a coltivazione era localizzato in una zona difficilmente raggiungibile, peraltro su area demaniale di circa 2.500 metri quadri in località Dragonara. Le piante di cannabis avevano un’altezza di un metro e mezzo ed erano già ricche di infiorescenze, a loro volta circondate da alberi ad alto fusto e sostenute da un impianto di irrigazione realizzato mediante un sistema di pescaggio acque che attingeva direttamente dal vicino fiume Fortore. Lo stupefacente, immesso sul mercato, stando alle tabelle ministeriali avrebbe potuto fruttare oltre 400 mila euro. 
Gli uomini dell’Arma hanno così sequestrato il sistema di irrigazione e distrutto tutta le piante, salvando solo alcune di esse per essere campionate e inviate al Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti di Foggia per essere sottoposta ad analisi quantitative. 

c.g.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.