13/10/2017 10.56.15

L’organo della cattedrale torna a suonare

Dopo almeno cinque anni di restauro, e molti altri prima di degrado e usura del tempo, l’organo della Cattedrale di Lucera si appresta a tornare all’antico, e cioè al suo funzionamento più adeguato, perchè in grado di emettere e proporre musica rendendo ancora più maestosa l’atmosfera liturgica all’interno del tempio trecentesco. 
Il “ritorno” ufficiale è stato programmato per sabato 14 ottobre alle 20 con un concerto del maestro Francesco Di Lernia. La cerimonia di inaugurazione si terrà alla presenza del vescovo Giuseppe Giuliano, di quello eletto di Melfi-Rapolla-Venosa Ciro Fanelli, e del decano del Capitolo Cattedrale monsignor Giovanni Pinto.
Le operazioni di restauro saranno illustrate da un rappresentante dalle ditta Carlo Vegezzi–Bossi di Torino, proprio quella che lo costruì nel 1899 quando fu commissionato dal Capitolo Cattedrale di Lucera, su progetto fonico del maestro Marco Enrico Bossi, direttore del Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia, lo stesso che poi tenne il collaudo. 
L’organo conta circa 1500 canne di stagno tigrato, con due tastiere e una pedaliera cromatica di 30 pedali. La cassa è tutta in larice rosso e larice americano ed è stata fabbricata a Torino nella Casa dei Salesiani di Don Bosco.

f.g.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0146s.