05/11/2017 20.01.05

Problemi di sicurezza ad Alberona

Ad Alberona c’è un problema legato alla sicurezza, e a evidenziarlo ci sono negli ultimi mesi numerosi episodi di furti di auto e negli appartamenti, incendi, micro criminalità e pure un assalto al bancomat, andato però a vuoto. A preoccupare è pure la frequenza degli avvenimenti in un lasso di tempo piuttosto breve. 
A tal proposito, la Giunta De Matthaeis giovedì ha deliberato una richiesta formale, al prefetto e al comando provinciale dei carabinieri, di istituire in paese una stazione dell’Arma, visto che finora i militari competenti sono quelli provenienti da Roseto. 
In realtà già nella scorsa estate furono espressi i timori dei cittadini alberonesi per una situazione che, nell’ultimo anno, ha avuto un’evoluzione preoccupante, e con rischi crescenti per la sicurezza e i beni dei cittadini. 
“L’impegno delle Stazioni Carabinieri limitrofe è ammirevole – ha dichiarato il sindaco - ma è di tutta evidenza che, visto quanto sta accadendo, è necessario e urgente avere qui, ad Alberona, una Stazione dei Carabinieri. Abbiamo anche  comunicato l’immediata disponibilità di un immobile di proprietà comunale nel quale ubicare le strutture, il personale e gli uffici”. 
Le opposizioni, invece, si erano fatte sentire già nei giorni precedenti al provvedimento comunale, per bocca dei due capigruppo Tonino Fucci e Giuseppina De Matthaeis. Entrambi avevano sollecitato il sindaco a “intervenire, secondo le sue precise competenze in materia di sicurezza, presso gli organi preposti, al fine di attuare azioni di prevenzione e controllo del territorio urbano e rurale. Mai, fino ad oggi, Alberona aveva registrato una sequenza di azioni criminali di tale gravità – hanno aggiunto – tanto più perché si tratta di episodi che avvengono in un territorio sempre più spopolato, dove difficile è anche il controllo sociale e di comunità. La comunità pretende sicurezza ed attenzione, per questo proponiamo con forza al sindaco di chiedere al prefetto la convocazione di un tavolo sulla sicurezza. Opportuno sarebbe, nel contempo, il coinvolgimento istituzionale dei comuni limitrofi interessati dallo stesso grave fenomeno”.

c.g. 

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.