08/11/2017 1.27.04

Speranza è Certezza

Dopo che questa mia pelle sarà strappata via,
senza la mia carne, vedrò Dio.
Io lo vedrò, io stesso,
i miei occhi lo contempleranno e non un altro.

La prima Lettura ci presenta Giobbe e il suo complicato vissuto. La vita di Giobbe era quella di un uomo soddisfatto, ma all'improvviso si riversa sulla sua esistenza una serie di fatti gravi che lo portano anche a dire parole dure sul giorno della sua nascita. Noi diciamo spesso "ci vuole la pazienza di Giobbe"...proprio pensando alle peripezie di quest'uomo. Giobbe non era un uomo peccatore, eppure tanto male si riversa su di lui. Nel giro di poco tempo perde tutte le sue ricchezze, i figli e la sua salute. Diventa così malato e straziato nel corpo che persino i suoi amici fanno fatica a riconoscerlo! La fede di Giobbe sbanda, traballa alla grande ma...poi si riprende alla grande al punto che lui fa questa meravigliosa professione di fede Dopo che questa mia pelle sarà strappata via, senza la mia carne, vedrò Dio. Io lo vedrò.
Quando ti capitano momenti difficili, in cui la fede traballa...sappi che è giusto che avvenga in te questo combattimento, è giusto che tutto il tuo essere combatta, si ribelli, ma poi che ritrovi la via della vita 
i miei occhi lo contempleranno.
Coraggio...

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.