12/11/2017 23.15.09

Quattro assunzioni al Comune

Sono almeno quattro le assunzioni messe in programma dalla Giunta Tutolo fino alla fine del 2018 al Comune di Lucera, ma tutte secondo la procedura della mobilità volontaria da altri enti. In buona sostanza, si tratta di persone già impiegate nella pubblica amministrazione, evidentemente intenzionate a prestare servizio a Palazzo Mozzagrugno.
In effetti di concorsi neanche l’ombra, ed è stato lo stesso esecutivo qualche giorno fa a mettere la pietra tombale sul bando pubblicato addirittura nel 1998 per sei istruttori tecnici, definito “improcedibile, a causa delle numerose norme  succedutesi fino a oggi e che rendono incompatibili la capacità assunzionale e i criteri di selezione con la vigente normativa in materia”.
E così adesso le figure individuate, sulla base delle disponibilità in bilancio per il Personale, sono due di categoria D, ovvero istruttore direttivo per l’ufficio tecnico e per i servizi demografici, mentre altri due sono di categoria C come istruttore tecnico nei settori di Lavori pubblici, Urbanistica e Protezione civile, tutti interessati in questi anni da numerose cessazioni di rapporti di lavoro.
In effetti è stato calcolato che dal 2013 a oggi sono 18 i dipendenti andati in pensione, e diversi altri si apprestano a farlo, con il rischio più che concreto di lasciare sguarniti funzioni cruciali per lo svolgimento delle attività amministrative.
L’esempio più frequente ed emblematico è quello dell’ufficio elettorale che conta il solo Vincenzo D’Angelo, il quale a poche settimane dal collocamento a riposo non viene ancora affiancato dal suo potenziale sostituto. Ma non va meglio nei servizi sociali, visto che è stato lo stesso assessore Michele Marucci a prevede un sostanziale “azzeramento” delle assistenti sociali nel giro di un solo anno.

r.z.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.