21/11/2017 1.05.20

L'Albero su cui salire

Allora corse avanti e, per riuscire a vederlo, salì su un sicomòro, perché doveva passare di là...

C'è un Zaccheo in ognuno di noi, quella parte di noi che desidera incontrare Cristo nelle a volte penose realtà di vita, quella parte di noi che spesso rimane schiacciata dalle proprie debolezze, che non trova il coraggio di uscire allo scoperto. Ma poi un giorno, come è capitato a Zaccheo, decide di venir fuori, di avere il coraggio di dire basta con questa vita piegata dal peccato e dall'indifferenza di coloro che ci circondano. E allora l'emarginato Zaccheo che fa?
Decide forse per la prima volta di fregarsene dei giudizi altrui e...trova il coraggio di salire sul legno di un albero!
Cara sorella, caro fratello, quel legno è la tua Croce da cui fai di tutto per scappare, fin quando un bel giorno della tua vita decidi di...salirci!
E succede quello che non ti aspetti:
Quando giunse sul luogo, Gesù alzò lo sguardo e gli disse: «Zacchèo, scendi subito, perché oggi devo fermarmi a casa tua.
Cristo sta con te!

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.