25/11/2017 1.24.32

Fraternità

Gesù rispose loro: «I figli di questo mondo prendono moglie e prendono marito; ma quelli che sono giudicati degni della vita futura e della risurrezione dai morti, non prendono né moglie né marito: infatti non possono più morire, perché sono uguali agli angeli e, poiché sono figli della risurrezione, sono figli di Dio.
Chissà quante volte ci siamo chiesti "come sarà" dopo la morte...
In questo Vangelo Gesù ci dice che saremo tutti uguali, saremo tutti, ma proprio tutti, fratelli, senza differenze, senza preferenze, senza ricchezze, senza posti di onore e senza posti emarginati...
Non è meraviglioso?
Certo lo è!
Ma...non sarebbe meraviglioso se iniziassimo già da adesso a vivere questa uguaglianza che ha come fonte l'esser figli tutti di un solo Padre?
Bè, almeno i cristiani dovrebbero provarci ad amare non a parole ma con i fatti!

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0137s.