28/11/2017 18.38.44

Torna il ‘Panettone per la vita’ dell’Admo

Ogni anno in Italia e nel mondo molti giovani e bambini si ammalano di leucemia: la maggior parte delle volte l’unica speranza di vita è il trapianto di midollo osseo, ma spesso non hanno famigliari compatibili che possano donare loro la speranza. Molte aspettative di vita sono legate all'esistenza di un elevato numero di persone disposte a offrirsi, con un minimo sacrificio personale, come donatori di midollo osseo. La speranza è quella di regalare una seconda possibilità di vita a chi lotta contro leucemie, linfomi e altre patologie del sangue. 
Per questo sabato 2 e domenica 3 dicembre, anche i volontari dell’Admo di Lucera, sezione intitolata a Rino Di Falco, hanno organizzato due giornate in collaborazione con le scuole cittadine e le altre Associazioni di volontariato, allo scopo di sensibilizzare la cittadinanza alla donazione di midollo osseo e delle cellule staminali. 
Il programma prevede sabato mattina una conferenza al liceo “Bonghi-Onorato”, mentre domenica alle 10 tutti si ritroveranno per la messa nella chiesa di San Domenico. Al termine si esibirà l’ensemble giovanile dell’istituto “Tommasone-Alighieri” nel tradizionale “Concerto di Natale”.
In entrambi i giorni saranno presenti gazebo e desk dell’Admo dove ottenere informazioni, fare reclutamento, effettuare donazioni o comprare panettoni e pandori per sostenere ricerca e assistenza ai malati. I proventi saranno utilizzati per acquistare i kit salivari necessari per iscrivere nuovi donatori attraverso il prelievo dei loro dati genetici in modo semplice e sicuro.
In questi anni l’iniziativa ha fatto aumentare il numero dei donatori iscritti al Registro Italiano Donatori Midollo Osseo, oggi oltre 388.000. Numero tuttavia insufficiente, perché in caso di donatore non consanguineo la compatibilità con la persona malata in attesa di trapianto si verifica in 1 caso su 100.000. 

f.g.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.