28/12/2017 9.29.12

Primo Consiglio da campagna elettorale

Seduta più che altro tecnica, come annunciato, per l’ultimo Consiglio comunale dell’anno a Lucera, visto che la maggior parte dell’ordine del giorno era occupato da debiti fuori bilancio per un totale di circa 16 mila euro, “riconosciuti” dalla maggioranza, mentre la minoranza nell’occasione era rappresentata solo da Fabio Valerio, il quale peraltro avrebbe già ricevuto l’investitura di candidato sindaco per Forza Italia in vista delle elezioni del 2019.
I nuovi debiti onorati da Palazzo Mozzagrugno erano rivenienti da sentenze giudiziarie in cui il Comune risulta puntualmente perdente, ma figuravano pure un’ingiunzione promossa dalla Regione Puglia e relativa alle famose multe ricevute dall’ente e dal sindaco una settimana dopo il suo insediamento (per circa 800 euro) per mancati adempimenti della sicurezza antincendio del Boschetto. A questa si aggiunge un decreto ingiuntivo promosso da due professionisti per un mancato pagamento (intorno agli 8 mila euro) relativo a un incarico tecnico ricevuto nel 2012.
Approvato all’unanimità, invece, l’adeguamento degli oneri di urbanizzazione e del contributo sul costo di costruzione edilizia, mentre è stata ritirata e non discussa la modifica al regolamento per la costituzione del gruppo comunale di volontari di protezione civile approvato a maggio 2011.
Nella discussione prettamente politica, invece, hanno trovato spazio l’ormai famoso “referendum” indetto l’estate scorsa dal sindaco Antonio Tutolo che aveva “invitato” i cittadini a manifestare formalmente, con una lettera protocollata al Comune, il proprio dissenso sul suo operato a distanza di tre anni e mezzo dal suo insediamento. 
Di missive a Corso Garibaldi pare non ne sia arrivata nemmeno una, tant’è vero che è stato lo stesso Valerio ad ammettere che la minoranza non ha aderito all’iniziativa definita una “buffonata”.
Ha chiuso lo spazio delle interrogazioni una nuova denuncia dello stato di degrado delle periferie della città, caratterizzata da diffusi abbandoni di rifiuti. “Su questo problema dobbiamo mettere da parte le contrapposizioni politiche e cercare di trovare una soluzione”, ha affermato proprio Valerio al quale il sindaco ha risposto semplicemente con l’invito a presentare proposte.
“Più di questo noi non possiamo fare – ha detto – e se ci sono alternative, ben venga valutarle. Io dico solo che Lucera sta pure meglio di altre città a noi vicine, nonostante le foto trappole che comunque continuano a funzionare”.

Loreta Baldassarre presentata dall'assessore Maria Barbaro

La seduta si era invece aperta con una doppia premiazione per Marika Del Mastro, vice campionessa europea di nuoto per disabili, e per Loreta Baldassarre, agente di polizia lucerina in servizio a Chieti, che ha ricevuto due encomi dal ministero per aver salvato altrettante persone che si stavano suicidando. 

r.z.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.