03/01/2018 1.37.53

Iniziamo bene

Fratelli, mortificate quella parte di voi che appartiene alla terra: fornicazione, impurità, passioni, desideri cattivi e quella avarizia insaziabile che è idolatria.
San Paolo nell'Ufficio delle letture ci fa iniziare l'anno con un augurio notevole...
Impurità, mi chiedo spesso se c'è ancora nel mondo il senso della purezza, purezza fisica e di pensieri.
Viviamo delle realtà che ci abituano sistematicamente ad essere incoerenti...cerchiamo purezza negli alimenti, nell'ambiente...ma abbiamo perso la purezza dei nostri corpi. Sì, mi riferisco anche alla sessualità, di come ormai tutto è lecito, tutto è oggetto di piacere, senza un limite, se ti piace va bene! E poi ci ritroviamo e ci lamentiamo di come le nostre città sono diventate violente. Ma abbiamo il coraggio di dirci la Verità?
Che se un essere umano lo bombardi psicologicamente di violenza, se stacchi la sessualità dall'amore...che ti aspetti di ritrovare nel mondo?
Una romantica e tenera fiaba tipo "Piccole donne"?
No, ti ritrovi quello che io e te stiamo vivendo!
L'uomo ha bisogno di valori che diano il senso e il rispetto per il proprio corpo. Quando parlo di valori non intendo certamente  a miseri pensieri che mettano il burka o cose del genere...ma al ritrovare la bellezza dell'uomo e della donna nei sentimenti veri, quelli che portano alla vita e non alla schiavitù!
Cristo è la Via, Cristo è l'unico che ci ammaestra rendendoci la libertà e la regalità di Figli.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.