06/01/2018 1.48.06

Fare come i Re Magi

Alcuni Magi vennero da oriente a Gerusalemme e dicevano: «Dov'è colui che è nato, il re dei Giudei? Abbiamo visto spuntare la sua stella e siamo venuti ad adorarlo.
Nei presepi li vediamo sempre così sicuri e regali, ma a me i Re Magi mi fanno tenerezza...uomini importanti, benestanti, che lasciano tutto e si mettono in cammino alla ricerca di un Dio di cui onestamente sapevano ben poco!
Che umiltà, che forza interiore alla ricerca della Verità! E non posso non pensare ai signorotti che incontro tutti i giorni sul lavoro, per strada, in parrocchia, in ogni dove...
Tutti cristiani ma con l'umiltà che non sanno neppure lontanamente cosa realmente significhi...si fanno chiamare dottore, architetto, ingegnere, don.. e sotto il titolo solo tanta superbia!
E che devono trovare nella loro vita, Gesù?
Ma non ci pensano neppure per sbaglio!
E d'altronde Gesù da loro neppure si fa trovare. Anche Erode cercava Gesù, ma non certo per adorarlo!
Ed invece questi tre uomini importanti non solo lo trovano ma accadono loro due cose straordinarie...
Al vedere la stella, provarono una gioia grandissima.
LA PRIMA: 
L'INCONTRO CON GESÙ PORTA LA GIOIA!
per un'altra strada fecero ritorno al loro paese.
LA SECONDA:
TORNANO ALLE LORO CASE MA LE LORO STRADE CAMBIANO... L'INCONTRO CON GESÙ PORTA LA CONVERSIONE!

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.