04/01/2018 9.45.45

Sorangelo risponde a Bizzarri e Valerio

La richiesta di costruzione del nuovo capannone della Multigrafica di Lucera è stato uno degli argomenti del Consiglio comunale del 29 novembre scorso, anzi con maggiore precisione l’adeguamento allo schema di convenzione a seguito dell’approvazione del nuovo Piano Urbanistico. 
La questione ha suscitato un complesso dibattito sollevato dalle contestazioni arrivate dai consiglieri di minoranza Giuseppe Bizzarri e Fabio Valerio che hanno definito inutile e incomprensibile l’iniziativa rivendicata dal dirigente di Palazzo Mozzagrugno Antonio Lucera. I due consiglieri comunali hanno affermato che in realtà si trattava di un’autorizzazione risalente a tre anni fa senza che abbia fatto seguito alcun riscontro concreto in termini edilizi da parte dell’azienda. 
E proprio ai due esponenti dell’opposizione è indirizzata una lettera di replica inviata da Antonio Sorangelo, amministratore unico della ditta che ha voluto riferire la cronistoria della procedura burocratica, con l’intento di “stabilire chiarezza nel merito e fugare qualunque dubbio e/o oscuri pensieri”. 
“In data 08.09.2014 – è scritto in una nota - si procedeva con la Deliberazione di Consiglio Comunale n. 54, per la ratifica della conferenza dei servizi, per la costruzione di un opificio in Contrada Perazzo, giusta richiesta della proponente MultiGrafica adv srl; in data 16.10.2014, ad opera della MultiGrafica adv srl, veniva pubblicata sul BURP la summenzionata Delibera; in data 13.01.2015, prot. 01464, la MultiGrafica adv srl, trasmetteva al Comune di Lucera, attestazione di avvenuta registrazione frazionamento aree a cedere al Comune e copia dell’avvenuta pubblicazione sul BURP della Delibera di C.C. n. 54/2014. Nella nota, la ditta MultiGrafica adv srl comunicava che, con l’invio della documentazione, restava in attesa di determinazione dell’Ente per la stipula della “Convenzione Attuativa”; in data 26.02.2015, prot. 8688, la MultiGrafica adv srl trasmetteva al Comune di Lucera, istanza di rateizzazione oneri di urbanizzazione, come si legge nella nota ‘………. al fine di procedere con la stipula della Convenzione Attuativa’ e successivo ritiro del Permesso a Costruire; dal 26.02.2015, la MultiGrafica adv srl, nonostante cambi e sostituzioni di Dirigenti, approvazione di nuovi strumenti urbanistici (P.U.G.), aumenti delle tariffe di urbanizzazione (con aggravi di spese ulteriori per la scrivente), attende di stipulare la Convenzione Attuativa, che le consenta di ritirare il Permesso a Costruire e, finalmente, come alcuni benpensanti esternano senza conoscere fino in fondo la documentazione in atti, procedere ‘con i tanto agognati scavi’. Dal punto di vista amministrativo, il dirigente e l’assessore al ramo, nell’ambito del Consiglio Comunale hanno dato risposte nel merito dei ritardi; alcuni consiglieri hanno sottolineato inutili e/o forvianti (a dir loro) procedure. Questo l’esatto susseguirsi cronologico degli eventi. L’Azienda deve dare risposte solo a se stessa ed ai propri collaboratori, chiedendosi ogni giorno, a questo punto, se valga ancora la pena investire, nonostante “TUTTO e TUTTI”, in questo territorio”. 

r.z.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0469s.