11/01/2018 1.37.32

Gratitudine

In quel tempo, venne da Gesù un lebbroso, che lo supplicava in ginocchio e gli diceva: «Se vuoi, puoi purificarmi!...Lo voglio, sii purificato!». E subito, la lebbra scomparve da lui ed egli fu purificato.
I  lebbrosi erano tenuti lontano da ogni contesto sociale, non ci si poteva aver con loro nessun tipo di rapporto umano. Gesù va oltre la legge e lo guarisce. E poi dice al lebbroso: Guarda di non dire niente a nessuno.
E il lebbroso disobbedisce a Gesú!
Ma quello si allontanò e si mise a proclamare e a divulgare il fatto...
Ecco, vorrei soffermarmi su una merce rara nel cuore dell'uomo: GRATITUDINE. 
Io sono certo che ognuno di noi ha avuto l'Incontro con Gesù e da questo incontro ha ricevuto certamente una guarigione...
Hai dimenticato la tua?
La ricordi?
Io sì, la ricordo, ricordo l'ora...tutto!
Ed è rimasta nei nostri cuori la gratitudine?
Ecco, dobbiamo verificarlo perchè la gratitudine è strettamente legata all'annuncio, mi spiego:
Se hai ricevuto da Gesù una guarigione...certamente senti in te la necessità? di dirlo a tutti coloro che incontri!
Ma se il tuo cuore è arido...tutto ti è dovuto e la tua vita non è una testimonianza di Gesù.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.