22/01/2018 18.33.36

Aumenta l’acqua nei rubinetti dei pugliesi

Acquedotto Pugliese fa sapere di aver immesso in rete oltre 25 mila metri cubi di risorsa al giorno, grazie all’incremento di utilizzo dell’acqua di falda e sulla base di attività partite a luglio scorso. 
Le misure per contrastare la forte siccità del 2017, il più siccitoso degli ultimi duecento anni, hanno determinato da un lato il risparmio di circa 3,5 milioni di metri cubi di acqua nell’ultimo trimestre del 2017, dall’altro un aumento della capacità di produzione, grazie all’utilizzo di fonti integrative come quelle dei pozzi.
“Il risultato è anche frutto di una attenta politica di ottimizzazione della gestione, avviata da AQP negli ultimi anni – hanno spiegato da Bari – con l’implementazione di un sistema di telecontrollo delle portate e dei volumi in rete, l’adozione di modelli matematici avanzati di gestione, la distrettualizzazione delle reti e l’introduzione di un sistema diffuso di regolazione automatica di controllo della pressione. Abbiamo inoltre investito 300 milioni di euro per la ricerca e riparazione delle perdite”.
Proseguono, comunque, le restrizioni di pressione in rete, seppure in forma più attenuata, perché permane lo stato di emergenza: il livello di acqua presente negli invasi, utilizzati normalmente anche ai fini irrigui, rimane al di sotto del 50% rispetto alla media degli ultimi 10 anni.

f.g.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.