29/01/2018 18.33.13

Trincucci in lizza per un seggio al Senato

Alle prossime elezioni Politiche del 4 marzo ci sarà un lucerino in lizza per un seggio in Parlamento. Si tratta di Giuseppe Trincucci, medico, storico locale, cavaliere dell’Ordine del Santo Sepolcro, presidente della sezione locale dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, vice presidente dell’Asp di Lucera, che correrà per il Senato nel collegio uninominale nella formazione di sinistra Liberi e Uguali, per un territorio che va dai Monti dauni fino al Gargano, passando per Foggia.
L’ufficialità è arrivata a seguito della presentazione delle liste. E’ l’unico lucerino che scenderà in campo in questa tornata, nonostante alcuni altri ci avessero provato a trovare spazio, senza esito positivo, nelle “Parlamentarie” del Movimento 5 Stelle.
Giuseppe Tommaso Maria Giovanni Trincucci (questo il nome completo che comparirà sui documenti elettorali) è sostanzialmente un candidato buono per tutte le stagioni, al quale però mancava una competizione di livello nazionale dopo essersi cimentato a livello cittadino e a livello regionale, passando da un opposto all’altro dell’arco costituzionale. 
Alle Amministrative 2007 ha fatto parte della coalizione di Vincenzo Morlacco, nella lista dei Socialisti uniti dove ha preso 62 voti. Due anni prima, invece, alle Regionali sostenne Raffaele Fitto all’interno della lista “La Puglia prima di tutto” con 750 voti totali. 

r.z.

L’attuale legge elettorale, denominata Rosatellum bis, prevede un sistema elettorale misto: un terzo dei deputati e dei senatori sarà eletto in collegi uninominali e i restanti due terzi con metodo proporzionale e in listini corti fino a un massimo di 4 nominativi. I vincenti in ogni collegio uninominale ottengono direttamente il proprio seggio.
Alla Camera (630 deputati) 232 seggi saranno quindi assegnati in collegi uninominali, mentre 386 saranno ripartiti su base nazionale in piccoli collegi plurinominali. 12 sono riservati alla circoscrizione Estero. 
Al Senato (315 senatori) 116 saranno quindi assegnati in collegi uninominali, 193 ripartiti su base regionale in piccoli collegi plurinominali. 6 nella circoscrizione estero. 

(Foto in alto di Raffaele Battista)

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.