08/02/2018 11.07.42

Trent’anni di Avis a Lucera

Era il 1988 quando 23 persone si riunirono per la prima volta nei locali della Scuola Infermieri Professionali dell’ospedale Lastaria, animati da tanta buona volontà  dal desiderio di creare una rete di solidarietà che muovesse da un gesto piccolo, umile e concreto: il dono di parte del proprio sangue a favore di chi ne ha bisogno. Era l’8 febbraio e stava nascendo la sezione Avis intitolata a Michele Sardella, organismo già ampiamente diffuso in tutta Italia, con primi promotori i medici Vincenzo Cipriani, coordinatore sanitario, e Costantino Postiglione, trasfusionista. 
Le attività di raccolta sangue, a cura dei volontari lucerini, sono state fin da subito intense e soddisfacenti, con diverse iniziative di sensibilizzazione specie tra i giovani del territorio, tanto da riuscire a raggiungere l’autosufficienza delle scorte di sangue anche grazie alla nascita negli anni di altri associazioni consorelle nel comprensorio. Oggi l’Avis di Lucera conta circa 500 donatori effettivi.
In tre decenni le collaborazioni non si contano più, tra parrocchie, scuole, sodalizi ed enti pubblici.
Le celebrazioni di questa ricorrenza si terranno domenica 11 febbraio con una celebrazione eucaristica in programma alle 10 alla chiesa di San Domenico, in suffragio di tutti i donatori defunti, a cui seguirà alle 11.30 saluti, brindisi e consegne benemerenze nella sede di Piazza Salandra 25. 

f.g.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.