12/04/2018 13.30.22

Troia protagonista su Credere e TV2000

Sei pagine per raccontare le meraviglie custodite a Troia. Tanto lo spazio che la rivista Credere, diffusissimo settimanale del circuito dei Periodici San Paolo, dedica nel numero da domani in edicola alla Cattedrale, al Museo e ai preziosi tesori che costituiscono quel patrimonio unico ed inestimabile della cittadina che si appresta a celebrare il suo primo millennio di vita.  
Simboli che parlano di fede” è il titolo dell’ampio servizio a firma di Nicola Lavacca e ricco di immagini e aneddoti. 
Ampia risalto è dato, ovviamente, al Museo diocesano, che conserva perle di assoluto valore storico e religioso, la cui descrizione è affidata a don Leonardo Catalano, responsabile e tesoriere della struttura. 
“La cattedrale e il museo – ha detto al redattore di Credere – sono il roveto ardente della nostra comunità, per un vero senso di condivisione che deve tenerci uniti nel segno di Cristo”. 
Non solo storia, arte e bellezze artistiche, ma anche le mirabili iniziative per custodirla nei fatti, la fede, attuate in collaborazione con don Salvatore Ceglia e raccontate in prima persona dal parroco della Cattedrale, don Pio Zuppa. 
Insomma, tesori materiali e immateriali, come per esempio, attività pastorale e formazione, sono fiori all’occhiello della comunità troiana quanto lo sono gli splendidi e rarissimi Exultet.

Don Leonardo Catalano nella sala dei busti argentei dei cinque Santi Patroni

Ma in questo mese di aprile Troia ha messo a segno un vero colpo mediatico. Il 29 aprile e 5 maggio, alle 12.15, sarà infatti la protagonista di "Borghi d’Italia", seguitissimo programma in onda su Tv2000 il sabato e la domenica. Tra le dodici puntate dedicate alla Puglia, per la provincia di Foggia sono state scelte Bovino e, appunto, Troia. Insieme al conduttore Mario Placidini gli italiani potranno viaggiare alla scoperta della storia, dell’arte e delle tradizioni del luogo. In primo piano le parole vive della gente, il dialetto, la chiesa, la natura, le associazioni, i colori, i sapori con l’obiettivo puntato sull’autenticità dei piccoli comuni italiani. Itinerario di trenta minuti alla scoperta di ambienti e paesaggi che sono depositari di una storia millenaria, intrisa di arte, cultura e spiritualità, con lo sguardo rivolto alla gente che li abita.

Enza Gagliardi

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.