11/05/2018 0.00.12

La chiamata alla santità/9

La santità spesso è oscurità, nascondimento, silenzio, fedeltà, semplicità… una foresta d’amore che cresce. «Lasciamoci stimolare dai segni di santità che il Signore ci presenta attraverso i più umili membri di quel popolo che “partecipa pure dell’ufficio profetico di Cristo col diffondere dovunque la viva testimonianza di Lui, soprattutto per mezzo di una vita di fede e di carità”. Pensiamo, come ci suggerisce santa Teresa Benedetta della Croce, che mediante molti di loro si costruisce la vera storia: “Nella notte più oscura sorgono i più grandi profeti e i santi. Tuttavia, la corrente vivificante della vita mistica rimane invisibile. Sicuramente gli avvenimenti decisivi della storia del mondo sono stati essenzialmente influenzati da anime sulle quali nulla viene detto nei libri di storia. E quali siano le anime che dobbiamo ringraziare per gli avvenimenti decisivi della nostra vita personale, è qualcosa che sapremo soltanto nel giorno in cui tutto ciò che è nascosto sarà svelato”» (Francesco, Gaudete et exsultate, 19 marzo 2018, 8). Coraggio, non abbiate paura di essere santi.

Leonardo Catalano

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.