08/05/2018 7.33.26

Sulle circolari più problemi che soluzioni

Torna di attualità la questione del trasporto pubblico locale, servizio in realtà caratterizzato fin dall’inizio da problemi di ogni genere, con episodi clamorosi, risvolti penali e lamentele da parte dell’utenza.
L’argomento è stato nuovamente discusso in Consiglio comunale dove il consigliere Giuseppe Bizzarri ha ripetuto una richiesta avanzata già l’anno scorso: la risoluzione del contratto con la Lucera Service a causa di una lunga serie di inadempienze previste dal capitolato di appalto.
In effetti l’assenza di pensiline o pali alle fermate, la cui conoscenza pare ormai sia affidata solo al passaparola tra gli stessi passeggeri delle circolari, un sistema informativo appena sufficiente a comunicare orari e percorsi, le condizioni igieniche e meccaniche dei mezzi, il personale senza una divisa appropriata sono alcune delle circostanze che periodicamente tornano nella contestazione politica e nelle proteste dei passeggeri e del personale, quello che in passato ha pure evidenziato ritardi e problemi del pagamento degli stipendi e dei contributi. 
“Ci sono delle prescrizioni del contratto che non sono state mai eseguite – ha affermato Bizzarri – e non capisco cosa impedisca la loro attuazione. Per certi aspetti non sono necessarie verifiche amministrative, basta salire sulle circolari per rendersi conto della situazione che peraltro è stata segnalata ufficialmente anche da un maresciallo dei carabinieri”.
“Fermo restando che il Comune ha un debito per circa 150 mila euro nei confronti dell’azienda – ha risposto Michele Marucci, l’assessore ai Servizi – anche io ho ricevuto segnalazioni di vario genere che ho più volte inoltrato al dirigente comunale che deve materialmente effettuare i controlli. Questi effettivamente sono svolti a rilento ma io più di questo non posso fare, se non inserire questo aspetto come parametro di valutazione finale del dirigente stesso”.
Insomma, l’ennesimo conflitto tra politica e tecnostruttura comunale, con il risultato che i servizi erogati sono chiaramente insufficienti rispetto a quanto stabilito, fatte salve le motivazioni e le giustificazioni della ditta che comunque non sono mai state esplicitate pubblicamente.

Riccardo Zingaro

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.