10/05/2018 8.05.37

‘Incivile, ti facciamo il disegno. Ma col sorriso’

“Non abbandonare i rifiuti! Te lo dico col sorriso”. 
In Via D’Auria, strada del centro storico di Lucera, a pochi passi dalla Cattedrale, stanno sperimentando la cortesia e l’immagine di un sole sorridente come deterrente per l’abbandono di rifiuti per strada.
Su un pezzo di cartone, affisso sopra alla piccola discarica abusiva che si è creata, c’è una scritta in stampatello fatta col pennarello nero che recita: “È vietato abbandonare i rifiuti in strada in discariche abusive come questa. Seguiamo tutti le regole della raccolta differenziata per il bene comune e di questa nostra povera terra. Grazie a tutti! Aiutiamoci a vicenda. Viva la Terra! Viva la civiltà!”.
E sotto è rappresentato un paesaggio: una barca che solca le onde del mare, una casetta con vicino un albero e alle spalle dei monti, un fiore e una strada. Su tutto campeggia un sole raggiante di felicità. 
Insomma, se il divieto non basta, e le parole sono poco efficaci, facciamo appello all’amore che “dovresti” nutrire per il posto in cui abiti. 
Della serie: se proprio non capisci, ti facciamo il disegno. 
E, almeno per ora, il messaggio volto al positivo pare funzionare. 
“Questo cartello pare stia aiutando…”, ci ha segnalato una residente che racconta la storia triste di quel vicolo invaso dall’immondizia abbandonata. 
“All’angolo tra Vico Scoppa e Via D’Auria - spiega - da tempo vengono abbandonati rifiuti di ogni genere (plastica, vetro, misti, cibo, vestiario...) allo spigolo della strada, come succede ormai in molte zone di Lucera. Si tratta di una discarica abusiva, come quella di Piazza del Carmine... che ormai sta assumendo dimensioni sempre più grandi”.
Insomma, storia di ordinaria inciviltà in una città in cui, al fianco del cittadino diligente che rispetta le norme (anche se non proprio comode) del conferimento differenziato dei rifiuti, c’è gente della peggior specie che fa finta che non esistano. 
Ancora oggi, a circa sette anni dall’entrata in vigore della raccolta differenziata, ci sono persone che non hanno mai utilizzato i contenitori appositi (chissà dove li tengono nascosti) e che puntualmente trasportano immondizia di ogni tipo da una parte della strada all’altra o, addirittura dell’area urbana. 
Li vedi che si aggirano di notte o al mattino presto, come dei ladri, caricando la monnezza in macchina, pensando che il loro lancio della busta non venga notato, magari nemmeno dalle foto trappole che pure qualche deterrenza l’hanno mostrata. 
A tanta sfrontatezza e ai cumuli di rifiuti che riempiono alcune vie, c’è chi risponde con garbo, nella speranza che un lucerino incivile venga contagiato dal buonsenso.

Il cartello all'angolo delle due strade, sgombro di rifiuti

“Il cartello è una iniziativa singola, semplice – racconta ancora la signora - che però ha subito trovato l’accorata approvazione di alcuni cittadini del quartiere.  Pare che da quando è stato posto sul muro (sopra la discarica), ha funzionato un po’ da deterrente. Ma quanto durerà?”.
Già, quanto? 
“Allora - conclude - aiutiamoci a vicenda.  Aiutiamo Lucera anche con queste piccole cose... che però lasciano il segno”.

Enza Gagliardi

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.