03/07/2018 01:34:31

Essere Credibili

Ma egli disse loro: «Se non vedo nelle sue mani il segno dei chiodi e non metto il mio dito nel segno dei chiodi e non metto la mia mano nel suo fianco, io non credo
Giuda è il traditore;
San Pietro è il rinnegatore e...
San Tommaso è l'incredulo.
E già, ci siamo fatti i nostri schemi mentali  e di conseguenza non riusciamo a capire bene cosa vuol dire A NOI la Parola di Dio.
San Tommaso è incredulo, senza dubbio ma...
poi Tommaso incontra Cristo e crede!
Come mai questo cambiamento?
Gesù ha forzato la volontà di Tommaso, magari con un miracolo?
Certamente no!
E allora sai che c'è?
 Gli dicevano gli altri discepoli: «Abbiamo visto il Signore!
C'è che gli altri discepoli non sono stati credibili!
Tommaso non ha trovato nella testimonianza degli altri discepoli, che pur avevano visto il Cristo Risorto, un "appiglio" valido per aggrapparsi, ma ha ascoltato da loro solo parole, pur belle, ma non ha visto i Segni in loro della Resurrezione.
Sorella e fratello e prete cattolico, ogni testimonianza di Cristo risorto, oltre le parole, ha bisogno di segni concreti, altrimenti è destinata a naufragare. E allora anche noi oggi ce lo dobbiamo chiedere... che cosa?
Dobbiamo chiederci, come singoli e come Chiesa, perchè nei nostri tempi  i Tommaso si stanno moltiplicando in modo esponenziale.
Fosse che fosse che non siamo credibili?

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.