07/07/2018 07:10:33

Il Vangelo dei ragazzi: I VERI PAESANI DI GESU’ SONO QUELLI CHE…

Stavo pensando che quando sei con i tuoi amici e parenti tutto diventa più semplice….
Anche le difficoltà o le gioie della vita sono più intense quando sei con i tuoi.
Insomma, per usare un termine calcistico, è bello giocare in casa!
Ora che c’entra con il Vangelo della domenica?
C’entra che il Vangelo di questa domenica ci presenta Gesù fra la sua gente.
Finalmente una domenica tranquilla per Gesù, nessuna domanda a trabocchetto da parte dei farisei, nessuna incredulità da parte della gente, tanta bella accoglienza…

“In quel tempo, Gesù andò nella sua patria e i discepoli lo seguirono”.
Cari bambini, in realtà le cose non vanno proprio così.
Il Vangelo ci racconta che la gente si stupisce della sua sapienza, rimane incredula persino davanti ai miracoli compiuti da Gesù.
Tanta durezza al punto che arrivano a fargli lo “Stato di famiglia”, cominciano ad indagare su tutti i suoi parenti, di chi era figlio, che lavoro faceva…
La loro conoscenza di Gesù, invece che aiutarli nel credere diventa una difficoltà per far spiccare il volo alla loro Fede.
Strano vero?

“E si scandalizzavano di Lui”.
Provano sdegno per Lui al punto che Gesù può fare poco per loro!  

“E non vi potè operare nessun prodigio…”. 
Come mai il messaggio di Gesù, il Lieto Annuncio, l’Amore di Dio per gli uomini viene rifiutato proprio dalla sua gente?
Accettare Dio significa accettare la Sua Volontà che passa attraverso il donarsi, significa accettare la Sua Giustizia, significa amare gli ultimi, significa accogliere il prossimo, significa comportarsi da fratelli verso tutti, significa accettare il modo di servire Dio anche di chi è lontano dalla nostra fede, significa mettere al primo posto Dio in tutto!
Scomodo, molto scomodo, vero?
Da questo capiamo il comportamento all’apparenza strano di questa gente. 
Sapete, questo Vangelo mette in guardia anche noi.
Anche per noi ci può essere questo pericolo?
Potrebbe capitare anche a noi  che, nonostante la nostra intimità con Gesù arriviamo a non credere in Lui, a non permettere che Lui faccia dei prodigi nella nostra vita.
Sì, può capitare anche a noi di non vedere il prossimo con gli occhi di Gesù;
Sì, può capitare anche a noi di preferire una giustizia violenta invece del perdono;
Sì, può capitare anche a noi di allontanare le persone che sono diverse da noi;
Sì, può capitare anche a noi di dirci figli di Dio e poi comportarci da figli del mondo;
Sì, può capitare anche a noi di preferire il denaro e mettere da parte Dio… 
Può capitare anche a noi che rifiutiamo l’Amore di Dio!
Il Vangelo viene a darci Luce, a farci capire che essere seguaci di Gesù significa accoglierlo nella vita, nei fatti concreti di tutti i giorni.
Oggi il mondo ci confonde le idee, non riusciamo più a capire qual è la strada giusta.
In tutte le realtà riusciamo a fare cose vergognose, che rovinano tutto:
Nel mondo dello sport se escludi Dio non resta altro che…;
Nella scienza se metti da parte Dio non resta altro che…;
Nella società se metti da parte Dio non resta altro che…;
Nella famiglia se metti da parte Dio non resta altro che:
Egoismo, guerre, solitudine e imbrogli.
Il Vangelo è il Lieto Annuncio che ci invita a vivere nella vera felicità.
Amare come Gesù ci ama, donandosi, con gioia!
Questa è la vera accoglienza da veri paesani di Gesù che possiamo fare a Dio nella nostra vita! 

Michele Cuttano, diacono, servo inutile                            

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0146s.