05/07/2018 17:51:32

Il senso logico del doppio senso

Sta andando avanti a colpi di ordinanze sindacali il lento processo di smantellamento del Piano urbano del traffico veicolare entrato in vigore esattamente dieci anni fa. E’ noto come Antonio Tutolo non abbia mai digerito più di tanto il sistema di gestione della viabilità lucerina iniziato dall’Amministrazione Morlacco, tant’è vero che sono già diverse le modifiche introdotte con risultati in alcuni casi accettabili, come nel caso della possibilità di percorrere tutta Via Porta Croce in discesa, senza più l’obbligo di svoltare a destra su Via San Rocco. Non sempre però le conseguenze sono soddisfacenti.
L’ultima novità, non ancora entrata in vigore come il cambio del senso di marcia in Via de Nicastri, riguarda un luogo cruciale della circolazione come Via Bari e Via Napoli, per le quali è stato introdotto il doppio senso di marcia, per il momento in via sperimentale fino al prossimo 30 settembre. A motivare la decisione ci sarebbero esigenze legate alla sicurezza, poiché “Via Indipendenza è percorsa da un ingente volume di traffico  – si legge nell’ordinanza - e non vi sono vie di fuga in caso di eventuale emergenza, stante la conformazione dell’area”.
In altre parole, il quartiere Porta Croce è destinato a un sensibile decongestionamento del flusso che si riverserà quindi sulle due arterie già trafficate con il senso unico, specie nel tardo pomeriggio e nei giorni festivi a causa della strozzatura all’imbocco di Piazza Matteotti.
In realtà l’ordinanza prevede anche un’altra prescrizione che si annuncia decisiva per l’attuazione delle disposizioni, e cioè il “divieto di fermata” su entrambi i lati e per tutto il tratto in questione, con una “minaccia” di rimozione forzata che lascia il tempo che trova, visto che il Comune non dispone da oltre dieci anni dello specifico servizio. Al massimo si potrà incorrere in una multa, tuttavia legata all’oggettiva, ma  che certe volte suona un po' abusata, giustificazione di mancanza di personale della polizia municipale in grado di reprimere il parcheggio selvaggio in questi e altri luoghi della città, come per esempio pure nei pressi dell'arco di Porta Foggia.
In effetti il doppio senso potrebbe avere un… senso solo se non vi saranno veicoli parcheggiati, circostanza piuttosto difficile da far rispettare considerato il brutto vizio di molti lucerini di voler sostare esattamente davanti all’esercizio commerciale in cui devono recarsi, situazione peraltro riscontrabile anche in fondo al “Calvario” nello sbocco di Piazza del Popolo.
Altra novità già stabilita sulla carta è quella del senso unico di marcia sul mini circuito del centro storico costituito da Piazza Bonghi (direzione Piazza della Repubblica), Via Blanch, Via D’ Amely, Via Ardito e Via Pignatelli e ovviamente Via IV Novembre. 

Riccardo Zingaro
 

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0161s.