04/09/2018 08:50:32

Giochi e scommesse: quanto si spende a Lucera?

Dopo quello dei tumori, ecco un altro argomento in cui il “sentito dire” e le percezioni personali superano di gran lunga la concretezza dei dati: giochi, lotterie, gratta e vinci e scommesse. 
In questo settore i danni sono tanti, colpiscono le tasche e in alcuni casi la salute delle persone, tanto da arrivare a una vera e propria patologia che purtroppo sta affliggendo sempre più persone, conosciuta in prima persona o dai racconti di media e persone: la ludopatia. 
Ma com’è la situazione, per esempio, in provincia di Foggia? Una risposta più chiara la possono dare le elaborazioni de IlSole24Ore, sulla base dei dati forniti direttamente dall’Agenzia delle Dogane dei Monopoli che hanno calcolato la spesa media in giochi d’azzardo per ciascun cittadino residente in Italia nel primo semestre del 2017.
La lettura a livello nazionale parla di differenza non ravvisabili tra il nord e il sud, mentre a livello regionale le aree più critiche sono piuttosto lontane dalla Capitanata: la città pugliese dove si spende di più in giochi è Casamassima con ben 35 milioni di euro, vale a dire 1.700 euro in media per ogni residente. Seguono Lecce (1.128 euro), Sammichele di Bari (1.136) Trani (1.062) e Putignano (1.050).
In provincia di Foggia il primato spetta a Candela, con una spesa media pro capite di 587 euro, poi ci sono Carapelle (516), Lesina (512), Chieuti (511) e Carlantino (510). La graduatoria prosegue con Manfredonia (485), Foggia (458), San Giovanni Rotondo e Orsara di Puglia, entrambe con 449 euro.
Le altre città della Capitanata si attestano su dati ancora più bassi: Orta Nova è a 408, Lucera a 364, San Severo a 326 e Cerignola a 325. 
Il comune più virtuoso è Panni con un totale di 469,50 euro, cioè 63 centesimi a testa. Più su si trovano Volturara Appula (71 euro a testa), Casalnuovo Monterotaro (110), Mattinata (115) e Isole Tremiti (121).

r.z.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0137s.