29/07/2018 19:59:15

Cambia l’agente di riscossione al Comune

Dopo alcuni anni di ricorso a un’impresa privata, torna praticamente allo Stato l’attività di riscossione coattiva tributaria e patrimoniale del Comune di Lucera. Lo ha deciso all’unanimità il Consiglio venerdì scorso al termine di una seduta che si è aperta con la premiazione di Roberto Abate e celebrata ancora una volta in seconda convocazione, dopo che il giorno prima era andata deserta per mancanza del numero legale. Il giovane atleta lucerino ha vinto recentemente il campionato regionale nella categoria Ragazzi, e ha ricevuto il riconoscimento dall’onorevole Antonio Tasso che è anche vice presidente regionale della Federazione.
“Alcuni giorni fa abbiamo ricevuto richiesta formale di risoluzione del contratto da parte della Tributi Service - ha spiegato l’assessore al Bilancio Fabrizio Abate - poiché è stato dichiarato il fallimento della Cerin, azienda che si era aggiudicata l’appalto nel 2015 e che aveva ceduto alla sua consociata l’attività di riscossione tramite contratto di avvalimento”.
Per coprire il buco, quindi, l’Amministrazione Tutolo ha scelto la strada dell’affidamento diretto e “con effetto immediato” all’Agenzia delle Entrate-Riscossione (ex Equitalia), soggetto che ha l’obbligo di accettare la richiesta, con un accordo economico basato su una convenzione nazionale che prevede il pagamento del 3% delle somme incassate.
“E’ bene precisare che con questa operazione Palazzo Mozzagrugno non ha perso soldi – ha aggiunto Abate – perché finora i versamenti venivano effettuati sui conti correnti del Comune che successivamente riconosceva il dovuto al soggetto riscossore”.
Nell’occasione c’è stato anche spazio per una discussione politico-precedurale all’interno della stessa maggioranza, chiarita dal dirigente del settore economico-finanziario Raffaele Cardillo. “E’ il Consiglio che sceglie lo strumento da adottare – ha dichiarato – perché avrebbe anche potuto decidere di ricorrere a una nuova gara d’appalto”.
Il Consiglio, durato poco meno di un’ora e quindi uno dei più veloci degli ultimi anni, ha approvato anche (con il solo voto della maggioranza) l’assestamento generale e la salvaguardia degli equilibri di bilancio, atti dovuti entro il 31 luglio di ogni anno.

Riccardo Zingaro

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.