02/09/2018 22:00:22

Il servizio civile in Provincia

Saranno 110 i ragazzi che potranno partecipare alle 17 progettualità di Servizio Civile (16 a livello nazionale ed una internazionale in Polonia, a Cz?stochowa) pubblicate sul sito della Provincia di Foggia negli scorsi giorni.
Palazzo Dogana si attesta, in tal modo, come una delle più grandi reti italiane per il servizio civile, il maggiore punto di riferimento in Capitanata per associazioni ed enti, sia pubblici che privati. Migliaia di volontari per centinaia di progetti, sviluppati sia sul territorio nazionale che all’estero, che, nel corso degli ultimi 15 anni, hanno delineato la capacità e la qualità progettuale delle azioni messe in atto dall’ente provinciale, divenuto capofila di un percorso virtuoso segnato dalla sinergia tra pubblico e terzo settore, operatori e volontari, senso civico e partecipazione attiva.
“La Provincia di Foggia, uno dei primi enti locali del Meridione ad essere iscritto nell’albo nazionale per il Servizio Civile Universale - riferisce il sindaco di Troia, Leonardo Cavalieri, consigliere provinciale delegato - è divenuto in questi ultimi 15 anni un polo di gravitazione di assoluto riguardo per quanto concerne le progettualità di Servizio Civile, con circa 3.600 giovani volontari impegnati per attività di rigoroso impegno sociale e 20 milioni di euro arrivati in Capitanata a fronte dei rimborsi loro offerti. Ritengo poi significativo un altro dato, quello relativo al fatto che anche per quest’anno la totalità dei progetti presentati è stata approvata, a sottolineare l’eccellenza e l’altissimo grado professionale raggiunto dallo staff progettazione del Servizio Civile della Provincia di Foggia. Un segno del rigore riguardo l’attenzione attribuita dalla Provincia di Foggia ad uno degli strumenti cardine del nostro Welfare per la promozione dei valori fondativi della Repubblica tra le generazioni più giovani”.
Un modello di inclusione sociale che favorisce non solo l’accesso ai giovani con minori opportunità, ma che offre sostegno ed opportunità ad un territorio, quello di una parte del Mezzogiorno d’Italia, che ha un gran bisogno di esprimersi ed ha voglia di dare il proprio contributo partecipativo alla realizzazione di un sistema di welfare globale.
Sarà possibile informarsi sui bandi in vigore, scaricare e compilare le domande di partecipazione fino al prossimo 28 settembre, ultima data utile per consegnare la documentazione richiesta per prendere parte ad un’esperienza di grande valore formativo e civile, in grado di fornire ai giovani competenze utili, oltre che per la propria crescita personale, anche a migliorare il proprio grado potenziale di occupabilità.

c.s.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0137s.