12/09/2018 10:25:24

Il ponte della SS.17 finisce in tv

Sono le settimane delle paure legate alla tenuta dei ponti stradali, perché dopo i tragici fatti di Genova l’attenzione rimane alta e la gente comincia a guardare travi e strutture sotto (o sopra) cui passa di solito.
Un caso di ponte "sorvegliato" c’è anche a Lucera, che non era completamente sconosciuto, ma due giorni fa è finito alla ribalta nazionale nella trasmissione quotidiana “Mi Manda RaiTre”. (Guarda la clip in basso)
La segnalazione è arrivata da Sergio, un lucerino che ha inviato un video in cui si nota l’evidente degrado del ponte della SS.17 che passa sopra la provinciale 109 per Troia. Si vedono chiaramente i tondini in ferro che spuntano dal calcestruzzo ammalorato, e quindi una situazione che induce ad avere timore per una struttura che risulta essere di proprietà comunale, perché facente parte del famoso tratto di Statale declassato nel 2006 quando l’Amministrazione Labbate volle acquisirlo per favorire l’apertura di due distributori di carburante.
“E’ stato un ‘regalo’ che abbiamo ricevuto dal passato – ha dichiarato in diretta Carmen Di Cesare, assessore ai Lavori pubblici del Comune di Lucera, sollecitata dal conduttore Salvo Sottile – perché ora ci dobbiamo accollare i costi di manutenzione. Tuttavia, ci siamo mossi molto prima della tragedia di Genova, perché già da marzo scorso abbiamo dato atto di indirizzo al dirigente comunale di effettuare le opportune verifiche”. In effetti la delibera autorizza a ricorrere a consulenze esterne e a prove di laboratorio su elementi e materiali, in modo da appurare eventuali deficit strutturali. E il riscontro tecnico è arrivato, perchè la relazione di un professionista incaricato invita ad adottare "misure cautelative" che si tradurranno, secondo quanto annunciato dall'assessore a Luceraweb, alla riduzione della carreggiata con senso unico alternato e regolato da semaforo. "Sono necessari 380 mila euro per l'adeguamento sismico e strutturale - ha aggiunto Di Cesare - perchè ci sono alcune criticità legate a un ponte costruito ai primo anni 70".

L'assessore comunale Carmen Di Cesare

In realtà la delibera dice anche altro, e cioè “verificare se esistano le oggettive condizioni di ‘tratta urbana’, e nel caso negativo la definizione di quella che potrebbe essere una nuova perimetrazione del centro urbano, anche alla luce dei nuovi strumenti urbanistici del Pug”. 
In altre parole, l’Amministrazione Tutolo sta provando a “restituire” il tratto all’Anas che avrebbe sicuramente maggiori competenze, risorse e capacità di gestire e manutenere una strada percorsa da migliaia di veicoli al giorno.

r.z.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Video allegati:



Condividi con:

0,0313s.