23/10/2018 10:48:46

Tommasone otto anni a San Giacomo

Don Gino, sembra ieri che sei arrivato ma sono passati già otto anni da quel pomeriggio di un sabato di ottobre del 2010 quando venisti nella nostra parrocchia, da quel giorno senza mai smettere abbiamo collaborato insieme nella vita parrocchiale e mi permetto di dire, che questa collaborazione ha fatto nascere oltre che una grande fiducia un rispetto reciproco ed una profonda amicizia. Ricordo ancora le tue parole pronunciate nell'omelia quando iniziasti ufficialmente il tuo ministero in mezzo a noi: “Il sacerdote è innanzi tutto l’uomo della preghiera, l’uomo dell’Eucaristia è il Pastore del gregge colui che ha la responsabilità delle sue pecore, deve vigilarle, deve accudirle….” Desideriamo esprimerti dal profondo del nostro cuore, che in questi otto anni hai conquistato, il bene che ti vogliamo perché sei riuscito, con il tuo esempio, ad essere la luce che ha illuminato la nostra vita di fede e a farci prendere coscienza di due cose: la prima che Dio è fedele e che su questa fedeltà dobbiamo fondare la nostra vita ascoltando e seguendo i Suoi/tuoi insegnamenti, l’attaccamento alla Parola di Dio, ci ha dato la forza di essere sempre più attaccati al Signore. La seconda, che Dio guarda il cuore di ciascuno di noi. Sei stato un esempio di profonda preghiera, vissuta nel silenzio. Ci hai fatto capire in questi anni l’importanza della preghiera e della Parola di Dio e, proprio l’accoglimento della Parola di Dio che fa diventare veri cristiani. Ami talmente tanto Gesù che in otto anni costantemente come un martello che batte hai sempre detto alla tua comunità che cibo della nostra vita è la catechesi, la Parola di Dio. Ci hai costantemente detto non arrendetevi mai perché Dio e con voi e vi aiuterà a realizzare il vostro progetto di vita!!! … e poi le tue omelie, il Signore ti ha dato un dono grande quello di saper parlare in maniera chiara e semplice, il tuo voler essere sempre informato sulle attività della Parrocchia, dimostrano un attaccamento profondo alla tua comunità e questo è proprio il ruolo di un “Padre”, quello che oggi sei per noi. Impegno, gioia, sacrificio, amicizia, disciplina, superamento di se stessi, umiltà, collaborazione sono tutti valori che in questi anni hai sempre posto alla base del tuo essere pastore della parrocchia. Quale l’augurio..quello di rimanere sempre un esempio di pastore che ama la sua comunità con tanti difetti e pregi ma che sempre ti vorrà bene. Auguri don Gino dai tuoi giovani, ti vogliamo tantissimo bene. Otto anni in mezzo a noi!!!

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.