25/10/2018 07:54:02

Santodirocco nel Comitato Tecnico Nazionale Sanitario

Importante riconoscimento per un medico di adozione lucerina che ormai è diventato un punto di riferimento nazionale nel settore dell’ematologia. Il dottor Michele Santodirocco è stato inserito per la seconda volta nel Comitato Tecnico Nazionale, in rappresentanza dell’Associazione Fratres che si occupa di donazione del sangue e della quale è consulente nazionale.
Il Comitato Tecnico è un organismo collegiale, si rinnova ogni tre anni ed è articolato in più sezioni, e fornisce supporto al ministero esprimendo pareri di esperti in ambiti specifici di competenza (sangue, ricerca, doping, dispositivi medici, pubblicità sanitaria, biotecnologie, lotta all’Aids, terapia del dolore, adeguamento delle strutture sanitarie, etc.). 
I suoi membri hanno facoltà di avanzare proposte, e comunque ogni legge sanitaria deve necessariamente passare da questa fase di consultazione, prima di essere approvata.
Santodirocco è attualmente il direttore medico della Banca del Sangue Cordonale della Regione Puglia, direttore dell'unità di Processazione cellule staminali e dirigente medico dell'Unità Operativa di Medicina Trasfusionale (diretta da Lazzaro di Mauro) dell’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, oltre a essere dirigente del Day hospital di Talassemia. Risulta essere l’unico professionista del sud Italia presente nell’elenco di 17 componenti (solo per il Sistema Trasfusionale) designati dal ministero o inseriti di diritto dalle associazioni nazionali ammesse con un proprio rappresentante. 
“Si tratta di un lavoro duro e delicato – ha riferito Santodirocco a Luceraweb – perché c’è la possibilità di modificare il dettato normativo di alcune leggi o addirittura di bloccarle con adeguate motivazioni, per cui è un’attività di grande responsabilità che si ripercuote inevitabilmente sul sistema sanitario italiano e quindi più concretamente sui suoi cittadini”.

r.z.
 

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0137s.